fbpx
info@dolomitibeat.it
Escursione
Da€30
Nome*
Email*
Numero di Telefono
Quante persone*
Messaggio*
* Ho letto e accetto i Termini del servizio e la Privacy Policy.
Per piacere leggi e accetta la nostra Privacy prima di continuare.
Lista dei Desideri

Adding item to wishlist requires an account

3245

Perché affidarsi a noi?

  • Siamo 4 AMM Certificati
  • Assistenza clienti attiva 24/7
  • Attività personalizzate e su misura
  • Conosciamo il nostro Territorio e te lo mostriamo al meglio!

Domande?

Potete scriverci per qualsiasi esigenza, se avete dubbi sul Tour o se vorreste organizzarne uno personalizzato per le vostre esigenze, sentiamoci!

info@dolomitibeat.it

Lastia di Framont

Lastia di Framont: il pulpito perfetto sulle più belle montagne agordine

0
  • Data: 02 Agosto 2020
  • Difficoltà: Medio - Alta
  • Equipaggiamento: vedi il dettaglio qui sotto
  • Durata: 6 Ore
  • 5 - 15 Persone

Un’escursione lunga, ma remunerativa, alla ricerca del fantastico panorama sulla Moiazza, Civetta, Pale di San Lucano e Agner offerto dalla cima della Lastia di Framont

 

Quest’escursione è stata pensata insieme a quella concomitante organizzata dall’amico e collega Andrea Lucchi che accompagnerà un gruppo di genitori e figli al Rifugio Carestiato dal Passo Duran.

La nostra escursione invece continuerà alla volta della Lastia di Framont.

 

ECCO COSA PREVEDE LA NOSTRA ESCURSIONE

La partenza avverà presso il Rifugio Passo Duran “C. Tomè” (m 1600) e guadagnado il ripido prato dietro di esso (sentiero 549) raggiungeremo la strada sterrata che percorreremo fino al Rifugio Carestiato (m 1834), prima all’interno del bosco passando per Malga Duran, poi attraversando il grande ghiaione alla base della Pala del Bo e della Pala del Belia fino al rifugio meta dell’escursione di Andrea.

Dal Rifugio Carestiato scenderemo leggermente di quota camminando (sentiero 554) al cospetto della Pala delle Masende, famosa parete che ospita numerose vie alpinistiche di rara bellezza, raggiungeremo Forcella Framont (m 1933) prime però attraversando anche il maestoso Van dei Cantoni, da dove scende l’anello della Ferrata Costantini, e la base delle Torri del Camp.

Abbandoneremo quindi il sentiero CAI che continua verso il Rifugio Vazzoler e ci dirigeremo verso Casera del Camp (m 1861) scendendo alla Busa del Camp. Ristorati seguiremo un sentiero poco marcato che attraversa prima il bosco della Lastia e poi che poi ci porta sulla cresta finale. Quindi in breve alla tanto desiderata cima della Lastia di Framont per godere del suo splendido panorama sulle vette agordine e non.

 

E’ RICHIESTA UNA BUONA PREPARAZIONE E FORMA FISICA

 

Sviluppo di 14 chilometri circa e 1050 metri di dislivello circa andata e ritorno

Costo guida: 30€ a persona

Per prenotare potete compilare il Form in questa pagina o contattarci direttamente:

Giorgio Tel. 3496848307

Punto di Ritrovo

Piazzale della Resistenza davanti al Bar Alpago, Belluno. Ore 7:00

Equipaggiamento nel Dettaglio

  • Scarponcini o scarpe robuste da trekking in buono stato
  • Abbigliamento adatto all’escursione e alle temperature
  • Zaino contenente: crema solare, occhiali da sole, giacca, abbigliamento di ricambio come pile e maglietta, cappellino, acqua, snack
  • Bastoncini (se abituati all’uso)
  • Mascherina
Mappa
FAQ

Come posso pagare la gita?

La Gita potrà essere pagata il giorno stesso, direttamente sul luogo di ritrovo.

È obbligatoria la prenotazione?

E’ obbligatorio prenotare entro 2 giorni prima della partenza.

Potete farlo contattandomi direttamente:
Tel. +39 349 6848307
Mail: giorgio@dolomitibeat.it

Oppure compilate il form in questa pagina!

Cosa succede in caso di Maltempo?

In caso di Maltempo la gita sarà annullata.

Vi avviserò tempestivamente ai riferimenti che mi indicherete per contattarvi.

Posso Cancellare la prenotazione? Entro quando?

Puoi annullare la tua prenotazione entro 2 giorni prima della partenza.

Non sono previste penali in caso di annullamento.

Chi ti Accompagna

Giorgio-Venturelli

Giorgio Venturelli

Accompagnatore di Media Montagna

Nato a Belluno nel dicembre 1988, all’età di 2 anni con i miei genitori ci siamo trasferiti in Cadore dove ho passato la mia infanzia giocando immerso nella natura e scoprendone la bellezza. […]

5 Persone stanno visualizzando questo Tour proprio ora!